Amianto - Comune di Capriate San Gervasio (BG)

COMUNE | UFFICI E SERVIZI | Ecologia - Ambiente | Amianto - Comune di Capriate San Gervasio (BG)

E’ in vigore dallo scorso agosto la Legge Regionale n.14 del 31 luglio 2012 approvata dalla Commissione ambiente della Regione Lombardia che modifica e integra la Legge 17/2003 relativa al risanamento dell’ambiente, alla bonifica e allo smaltimento dell’amianto. Con la legge approvata la Regione ha voluto ribadire e rinforzare l’obiettivo del Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL) che si prefigge di censire e attivare un programma per la bonifica e la rimozione/smaltimento di tutti i materiali contenenti amiantopresenti sul territorio regionale.

Accanto agli aspetti di sostegno alle imprese per la sostituzione delle coperture in cemento amianto e ai lavoratori esposti alle fibre di amianto, la Legge riprende alcuni obblighi per i proprietari di manufatti e immobili contenenti amianto contenuti del PRAL.

La novità più rilevante è l’introduzione di un’apposita sanzione amministrativa per la mancata comunicazione alla ASL da parte dei soggetti proprietari pubblici e privati della presenza di amianto o di materiali contenenti amianto negli edifici, impianti o altri luoghi o mezzi di loro pertinenza.

L’obbligo dei proprietari di comunicare la presenza di amianto era già previsto dall’art. 6, c. 1, della Legge Regionale n. 17/2003 al fine di realizzare un censimento completo dell’amianto presente sul territorio lombardo. La comunicazione deve essere fatta

  •  mediante il Modello NA/1 di cui all'allegato 4 del PRAL ai sensi della Legge n. 257/1992 e

  • deve essere effettuata una sola volta, a meno che non si debbano notificare nuovi materiali non segnalati

  • deve essere consegnata o spedita all'ufficio ASL Ambito 2 - Istituto Bernareggi  -  Via Garibaldi 15 - Bonate Sotto  tel. 035 4991 110 - fax 035 4942179 - Sede  di Bonate Sotto , ENTRO IL 31 GENNAIO PROSSIMO.

Con le novità introdotte dalla L.R.14/2012, se questa comunicazione non viene effettuata, ai soggetti proprietari pubblici e privati inadempienti, verrà applicata a partire dal 4 Febbraio 2013 una sanzione amministrativa da € 100,00 a € 1.500,00.

 

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile  consultare gli allegati di seguito pubblicati o contattare direttamente l'ufficio ASL sopra citato.

Allegati

Icona di un file PDF notizie di approfondimento

Icona di un file PDF pieghevole per il cittadino

Icona di un file PDF uffici ASL sul territorio

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (111 valutazioni)